• Via Raffaele la valle 4, 90129, Palermo (PA)
  • 393 - 949 6300
  • Via Raffaele la valle 4, 90129, Palermo (PA)
  • 393 - 949 6300

Sabrina Ciulla è nata a Palermo il 12 novembre 1981. Già all’età di 14 anni inizia il suo percorso di volontariato nei quartieri a rischio della città di Palermo, come Zen e Sperone. Partecipa a numerosi eventi di solidarietà in collaborazione con diverse parrocchie diocesane del territorio a sostegno delle famiglie bisognose.

Nel 2014 realizza  video sociali con la collaborazione e il coinvolgimento di gruppi di adolescenti, con tematiche forti come l’omofobia, la violenza ed il fumo.

Nel giugno 2014 fonda l’associazione Anirbas volta a sostenere i senzatetto della città. La Ronda Arcobaleno diventa una certezza per tutti i clochard che vivono sotto i portici, nei vagoni abbandonati, nei gradini delle chiese. Ogni domenica e lunedì vengono distribuiti 150 pasti caldi completi e bevande, frutta, dolci e abiti; viene fornita loro assistenza medica e consulenza legale, fiscale e burocratica. Anirbas inoltre, è la prima associazione ad offrire taglio di barba e capelli in strada durante la notte, per restituire ai senzatetto la loro dignità.

All’inizio del 2015 Sabrina conosce Susantha un ragazzo in sedia rotelle da 3 anni che gli tende la mano, si interessa in prima persona con un iter burocratico e un impegno costante di un anno e mezzo, e tra interventi medici, fisioterapie in strutture private e cavilli burocratici, riesce nell’intento di salvare Susantha dalla strada e farlo tornare a camminare.

Sabrina Ciulla organizza già da anni, diversi eventi culturali nei teatri Savio, Jolly ed Orione, divulgando il ruolo del volontariato e sensibilizzando i Palermitani.

In poco tempo l’associazione si fa conoscere e coinvolge moltissimi giovani, anche minori e partecipa alla Fiera Campionaria 2015, con i ragazzi delle scuole e parrucchieri professionisti realizzando oltre 2000 tra tagli e pieghe in pochi giorni.

La ronda notturna non basta, allora dopo un accurata selezione il 25 aprile 2015 decide di invitare a casa 30 clochard per trascorrere una giornata differente, “un’ arrostita” come altre per noi, una giornata indimenticabile per gli amici senzatetto.

In poco tempo il suo operato viene notato dagli assistenti sociali del Ministero e firma un accordo con il Tribunale di Palermo con il servizio di “messa alla prova” e nella sua associazione prende in carico oltre 150 persone con mansioni di lavoro di pubblica utilità.

Ha creato campagne di sensibilizzazione come “Mai più a piedi scalzi”, “ Chef per i senzatetto” e “Aggiungi un amico” , tutte a favore delle categorie più deboli.

Ha partecipato a diversi incontri nelle scuole, sensibilizzando e coinvolgendo i giovani.

Il giorno del suo compleanno ha voluto festeggiarlo in modo differente comprando 100 cannoli e distribuendoli durante la ronda notturna, oltre a 100 regali per gli amici di strada. Nello stesso giorno ha donato un grosso carico di biancheria alla Caritas.

Ha organizzato pranzi speciali in occasione della festa di San Giuseppe, Natale, Pasqua e Capodanno. Quest’ultimo, in collaborazione con altre realtà associative, in Cattedrale con il Vescovo di Palermo, Corrado Lorefice.

Nel dicembre 2015 ha ricevuto una medaglia di riconoscimento dalla presidenza del consiglio comunale di Palermo per il suo impegno sociale.

Oggi Sabrina Ciulla si mette a disposizione dell’amministrazione pubblica. Fa parte del direttivo del coordinamento per i senzatetto di Palermo e collabora con altre associazioni costruendo una rete solidale che agisce anche all’interno delle carceri.

Crea all’interno di Anirbas una collaborazione con le case di riposo dove i volontari una volta al mese, portano allegria e conforto alle persone anziane.

Organizza diversi eventi per bambini, distribuendo giocattoli nuovi ed usati a chi non ha le possibilità.

Il 25 aprile 2016 organizza una giornata di condivisione e solidarietà alla Stazione Centrale di Palermo per 150 senza dimora,  200 kili di carne arrostita distribuita da  30 volontari.

Nel maggio 2016 riceve dall’Accademia di Sicilia il premio onorario Pirandello per il suo impegno sociale.

Per sostenere i diritti umani e quelli delle persone Lgbtha, organizza il carro Anirbas al Pride 2016, carro animato da famiglie e bambini, nel rispetto di tutti.

Organizza corsi di comunicazione inserendo giornalisti, assistenti sociali e psicologi, al fine di migliorare l’approccio nell’aiuto ai poveri.

L’associazione ormai conosciuta da tutti collabora col Banco Alimentare e non fornisce solo cibo alla famiglie disagiate ma dà loro una mano anche nella ricerca di mobili ed elettrodomestici usati.

Con il suo impegno è riuscita a trovare lavoro ad un senzatetto che è stato assunto con regolare contratto come magazziniere.

Ha sostenuto le famiglie dell’ex Onpi restando incatenata ad un palo per quasi 48 ore chiedendo l’intervento del prefetto.

Ha partecipato a tantissime manifestazioni ed eventi sempre legati alla legalità ed il sociale.

In occasione della festa del Natale, nel 2016 ha organizzato presso la Fiera del Mediterraneo, il “pranzo reale” , tavole imbandite con catering e camerieri in smoking per servire 100 senzatetto, con un ricco menù a base di pesce.

Ha partecipato attivamente all’emergenza freddo nel gennaio 2016 organizzando squadre speciali per diversi giorni di seguito con medici e assistenti sociali, dando supporto ad altre squadre, portando a riparo dal freddo i poveri della strada.

Ha realizzato un esperimento sociale dove per un giorno ha indossato i panni di  un clochard in via Ruggero settimo, scuotendo la coscienza dei cittadini.

Nel gennaio 2017 inizia a lavorare su un progetto in rete con altre otto realtà in Italia per creare un polo di supporto nella zona di Brancaccio per i bambini in età 0-6 chiamato “MARE COMUNE” approvato dalla Fondazione “Con i Bambini”.

Nel settembre 2017 dopo l’esperienza acquisita, fonda IMAA “Il mio Amico Andrea” una nuova realtà per coinvolgere giovani con i giovani, un associazione specifica per bambini ed adolescenti con problematiche sociali, economiche e psicofisiche, con percorsi mirati all’interno del carcere Malaspina, degli ospedali e delle scuole, combattendo il bullismo ed evitando l’emarginazione dei singoli individui a rischio.

Nel 2018 continua le sue attività allargando il panorama giovanile, organizzando personalmente alcuni laboratori creativi e di cucina per ragazzi disagiati.

Ormai eventi come “la fiera del mediterraneo”, “L’arrustuta”, “festa di Natale” sono i punti forti che ogni anno tutti aspettano.

Innumerevoli eventi di piazza sono stati realizzati da questo vulcano di energia come “Mai + da sole”, “No al pregiudizio”, “No al razzismo”, con la partecipazione di migliaia di persone compreso gli studenti liceali di Palermo.

Nel febbraio 2018 ha contribuita alla realizzazione del progetto Scholas a Palermo, della Fondazione “Scholas Occurrente” fondata da Papa Francesco 20 anni fa, un progetto sponsorizzato dal MIUR con 200 giovani adolescenti.

Nel 2018 ha ideato e realizzato il primo “Convegno di solidarietà” dimostrando a tutti come si possa fare rete con tantissime realtà del territorio nonostante si facciano cose differenti.

Unisciti a noi

Diventa anche tu un volontario Anirbas per scoprire una delle più belle realtà del volontariato palermitano