• via Andrea d'Antoni (di fronte civico 35), Palermo (PA)
  • 393 - 949 6300
  • Via Raffaele la valle 4, 90129, Palermo (PA)
  • 393 - 949 6300

Sabrina Ciulla è nata a Palermo il 12 novembre 1981. Già all’età di 14 anni inizia il suo percorso di volontariato nei quartieri a rischio della città di Palermo, come Zen e Sperone. Partecipa a numerosi eventi di solidarietà in collaborazione con diverse parrocchie diocesane del territorio a sostegno delle famiglie bisognose.

Nel 2014 realizza  video sociali con la collaborazione e il coinvolgimento di gruppi di adolescenti, con tematiche forti come l’omofobia, la violenza ed il fumo.

Nel giugno 2014 fonda l’associazione Anirbas volta a sostenere i senzatetto della città. La Ronda Arcobaleno diventa una certezza per tutti i clochard che vivono sotto i portici, nei vagoni abbandonati, nei gradini delle chiese. Ogni domenica vengono distribuiti 150 pasti caldi completi e bevande, frutta, dolci e abiti; viene fornita loro assistenza medica e consulenza legale, fiscale e burocratica. Anirbas inoltre, è la prima associazione ad offrire taglio di barba e capelli in strada durante la notte, per restituire ai senzatetto la loro dignità.

All’inizio del 2015 Sabrina conosce Susantha un ragazzo in sedia rotelle da 3 anni che gli tende la mano, si interessa in prima persona con un iter burocratico e un impegno costante di un anno e mezzo, e tra interventi medici, fisioterapie in strutture private e cavilli burocratici, riesce nell’intento di salvare Susantha dalla strada e farlo tornare a camminare.

Sabrina Ciulla organizza già da anni, diversi eventi culturali nei teatri Savio, Jolly ed Orione, divulgando il ruolo del volontariato e sensibilizzando i Palermitani.

In poco tempo l’associazione si fa conoscere e coinvolge moltissimi giovani, anche minori e partecipa alla Fiera Campionaria 2015, con i ragazzi delle scuole e parrucchieri professionisti realizzando oltre 2000 tra tagli e pieghe in pochi giorni.

La ronda notturna non basta, allora dopo un accurata selezione il 25 aprile 2015 decide di invitare a casa 30 clochard per trascorrere una giornata differente, “un’ arrostita” come altre per noi, una giornata indimenticabile per gli amici senzatetto.

In poco tempo il suo operato viene notato dagli assistenti sociali del Ministero e firma un accordo con il Tribunale di Palermo con il servizio di “messa alla prova” e nella sua associazione prende in carico oltre 150 persone con mansioni di lavoro di pubblica utilità.

Ha creato campagne di sensibilizzazione come “Mai più a piedi scalzi”, “ Chef per i senzatetto” e “Aggiungi un amico” , tutte a favore delle categorie più deboli.

Ha partecipato a diversi incontri nelle scuole, sensibilizzando e coinvolgendo i giovani.

Il giorno del suo compleanno ha voluto festeggiarlo in modo differente comprando 100 cannoli e distribuendoli durante la ronda notturna, oltre a 100 regali per gli amici di strada. Nello stesso giorno ha donato un grosso carico di biancheria alla Caritas.

Ha organizzato pranzi speciali in occasione della festa di San Giuseppe, Natale, Pasqua e Capodanno. Quest’ultimo, in collaborazione con altre realtà associative, in Cattedrale con il Vescovo di Palermo, Corrado Lorefice.

Nel dicembre 2015 ha ricevuto una medaglia di riconoscimento dalla presidenza del consiglio comunale di Palermo per il suo impegno sociale.

Oggi Sabrina Ciulla si mette a disposizione dell’amministrazione pubblica. Fa parte del direttivo del coordinamento per i senzatetto di Palermo e collabora con altre associazioni costruendo una rete solidale che agisce anche all’interno delle carceri.

Crea all’interno di Anirbas una collaborazione con le case di riposo dove i volontari una volta al mese, portano allegria e conforto alle persone anziane.

Organizza diversi eventi per bambini, distribuendo giocattoli nuovi ed usati a chi non ha le possibilità.

Il 25 aprile 2016 organizza una giornata di condivisione e solidarietà alla Stazione Centrale di Palermo per 150 senza dimora,  200 kili di carne arrostita distribuita da  30 volontari.

Nel maggio 2016 riceve dall’Accademia di Sicilia il premio onorario Pirandello per il suo impegno sociale.

Per sostenere i diritti umani e quelli delle persone Lgbtha, organizza il carro Anirbas al Pride 2016, carro animato da famiglie e bambini, nel rispetto di tutti.

Organizza corsi di comunicazione inserendo giornalisti, assistenti sociali e psicologi, al fine di migliorare l’approccio nell’aiuto ai poveri.

L’associazione ormai conosciuta da tutti collabora col Banco Alimentare e non fornisce solo cibo alla famiglie disagiate ma dà loro una mano anche nella ricerca di mobili ed elettrodomestici usati.

Con il suo impegno è riuscita a trovare lavoro ad un senzatetto che è stato assunto con regolare contratto come magazziniere.

Ha sostenuto le famiglie dell’ex Onpi restando incatenata ad un palo per quasi 48 ore chiedendo l’intervento del prefetto. Solo dopo 2 anni anche grazie a questo suo gesto in Sindaco approva la residenza provvisoria per tutte le famiglie che hanno necessità di avere una residenza e regolarizzarsi anche con le utenze.

Ha partecipato a tantissime manifestazioni ed eventi sempre legati alla legalità ed il sociale: commemorazione di Falcone, di Borsellino ecc.

In occasione della festa del Natale, nel 2016 ha organizzato presso la Fiera del Mediterraneo, il “pranzo reale” , tavole imbandite con catering e camerieri in smoking per servire 100 senzatetto, con un ricco menù a base di pesce.

Ha partecipato attivamente all’emergenza freddo nel gennaio 2016 organizzando squadre speciali per diversi giorni di seguito con medici e assistenti sociali, dando supporto ad altre squadre, portando a riparo dal freddo i poveri della strada.

Ha realizzato un esperimento sociale dove per un giorno ha indossato i panni di  un clochard in via Ruggero settimo, scuotendo la coscienza dei cittadini.

Nel gennaio 2017 inizia a lavorare su un progetto in rete con altre otto realtà in Italia per creare un polo di supporto nella zona di Brancaccio per i bambini in età 0-6 chiamato “MARE COMUNE” approvato dalla Fondazione “Con i Bambini”.

Nel settembre 2017 dopo l’esperienza acquisita, fonda IMAA “Il mio Amico Andrea” una nuova realtà per coinvolgere giovani con i giovani, un associazione specifica per bambini ed adolescenti con problematiche sociali, economiche e psicofisiche, con percorsi mirati all’interno del carcere Malaspina, degli ospedali e delle scuole, combattendo il bullismo ed evitando l’emarginazione dei singoli individui a rischio.

Negli ultimi mesi del 2017 aiuta altre nuove realtà associative a iniziare un percorso ufficiale costituendo altre 3 organizzazioni di volontariato che lavoreranno in modo autonomo interagendo con Anirbas e Imaa.

Nel 2018 grazie al duro lavoro riesce ad ottenere un partenariato per un Progetto Nazionale chiamato “Respect” finanziato in parte dal Ministero del Lavoro per supportare le famiglie bisognose in 4 regioni di Italia tra cui Lazio, Campania, Puglia e Sicilia.

Partecipa con partner nel progetto “Felici Digitali” finanziato dalla “Fondazione Con i Bambini” a favore dei ragazzi adolescenti di Palermo.

A Febbraio 2018 ha collaborato attivamente al Progetto Scholas Occurrentes organizzato a Palermo dall’associazione creata da Papa Francesco, dove per 2 settimane abbiamo coordinato attività per oltre 200 ragazzi appartenenti a 12 scuole differenti della città di Palermo.

Ogni anno i punti fermi sono i pranzi di Natale e Capodanno, il 25 aprile la solita “arrustuta” dove sono arrivati anche ad arrostire 200 kili di carne, la fiera del Mediterraneo e il Compleanno di Sabrina che nel 2018 lo festeggia al ristorante La Mattanza con un menù a base di pesce per 80 senzatetto, dove tutti suoi ospiti hanno ricevuto un dono di abbigliamento nuovo con l’etichetta e in base alle loro misure, cosa per loro al quanto inusuale.

Numerose sono le attività realizzate tra il 2018 e 2019 tra eventi di piazza, nei teatri, nei paesi limitrofi dove Sabrina crea una rete formata da Associazioni che seguono le sue direttive: Anirbas (dove non è più presidente per sua scelta), Imaa, I passi dell’amore, Arcobaleno blu, Protezione civile Palermo 4, Motoclub Del Sol, sono state a fianco realizzando oltre 30 eventi pubblici in soli 2 anni : contro il razzismo, l’omofobia, il pregiudizio, la violenza, eventi per creare aggregazione e sensibilizzare i cittadini alle problematiche sociali che riguardano l’intera popolazione.

2020 le ronde continuano ad essere un punto fermo per Anirbas e Sabrina è ormai un icona a Palermo, tutti la conoscono per il suo contributo alla città e le centinaia di iniziative svolte con le varie associazioni, è lei la referente per il servizio di strada la domenica a cui arrivano tutte le segnalazioni. Collabora attivamente con le altre realtà associative come la croce rossa italiana e soprattutto con i dormitori e le mense della città per garantire un servizio completo ai senzatetto.

Il 9 marzo inizia la pandemia Covid19 e Sabrina è subito attiva e determinata ad andare contro corrente.

Fa un appello d’aiuto e inizia a reclutare chi poteva perché sapeva già l’impatto che avrebbe avuto tutto questo nel nostro paese.

Crea da subito con i pochi volontari rimasti attivi il “Pranzo in borgata” dove ogni giorno si distribuivano pasti pronti cucinati da un ristorante, nelle borgate o nei paesi limitrofi. Oltre i pasti venivano distribuiti pane, pizze, dolci, rosticceria e tutto ciò era disponibile al momento. Il Pranzo aveva una programmazione in base ai quartieri più disperati dove c’era fame davvero.

Nel frattempo grazie alle donazioni ha potuto assistere e supportare oltre 1000 famiglie con pacchi spesa, carne, dolci, pane e formaggi.

Nesce la collaborazione col Comune di Giardinello a fine Marzo dove anche li vengono aiutate diverse famiglie bisognose del territorio.

Nasce la collaborazione col Centro Astalli che chiede a Sabrina di gestire e seguire le attività di distribuzione anche dei loro assistiti circa 500.

Da lì subentra l’intervento di 6 moto club di Palermo che rispondo alla richiesta di aiuto e diventano driver per la consegna di pacchi spesa.

La settimana prima di Pasqua in 4 giorni sono stati consegnati circa 500 pacchi spesa per un totale di 1500 sacchetti. Numeri impressionanti e una spesa importante per i cittadini che hanno bombardato di messaggi il cellulare di Sabrina per ringraziarla.

Oltre ai pacchi spesa e i pranzi in borgata Sabrina ha continuato a gestire le ronde notturne per i senzatetto ma scomponendo tutte le squadre e formando gente nuova per questa emergenza.

Il giorno prima di Pasqua ha distribuito oltre 1000 uova di pasqua per i bambini disagiati e i bambini delle case famiglia.

In questo momento sta lavorando su alcuni progetti sull’ambiente e il recupero dei ragazzi con problematiche sociali.

Unisciti a noi

Diventa anche tu un volontario Anirbas per scoprire una delle più belle realtà del volontariato palermitano